Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 306,766 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

Posts Tagged ‘depilazione’

l’incosciente deforestazione

Posted by innocenso su 18/08/2012

Ricordate l’articolo di qualche tempo fa? Ci viene nuovamente in aiuto una donna, Emily Polis Gibson, medical director dell’health center alla Western Washington University, con questo articolo.

(…) Deve essere successo qualcosa negli ultimi dieci anni perché le quantità di tempo, energia, denaro ed emozioni che entrambi i sessi spendono per estirpare i peli dai loro genitali sono astronomiche. L’industria della depilazione genitale, compresi i medici professionisti che pubblicizzano i loro servizi specializzati per chi cerca il look “pulito e nudo“, è in crescita esponenziale.

Ma perché prendersela con i peli del povero pube? Alcune teorie sociologiche suggeriscono che ciò ha a che fare con le tendenze culturali generate da bikini e tanga, da alcuni attori e attrici, da un desiderio di ritorno all’infanzia, da un maldestro tentativo di igiene o uno sforzo per essere più attraente per un partner. Sicuramente gli esseri umani non sono così ingenui da essere suscettibili alle tendenze della moda e pregiudizi.

Si tratta, purtroppo, di una guerra sbagliata. Già da tempo i chirurghi hanno compreso che la rasatura di una parte del corpo prima dell’intervento ha nei fatti aumentato anziché diminuire le infezioni della zona da sottoporre a operazioni. Non importa quali armi costose e complesse vengono utilizzate – lamette da barba, rasoi elettrici, pinzette, ceretta, creme depilatorie, elettrolisi – i peli, come l’erba selvatica, sempre ricrescono e alla fine vincono (la battaglia). Nel frattempo, la pelle subisce gli effetti di un campo di battaglia bruciato.

La rimozione dei peli pubici naturalmente irrita e infiamma i follicoli dei peli estirpati, lasciando microscopiche ferite aperte. Così, anzichè soffrire peli duri come una spazzola, è necessaria una depilazione frequente per far rimanere liscia la pelle, causando regolare irritazione della zona rasata o cerata. Quando l’irritazione poi si combina con l’ambiente caldo e umido dei genitali, diventa un terreno ideale di coltura per alcuni dei peggiori di batteri patogeni, vale a dire lo streptococco di gruppo A, Staphylococcus aureus e la sua recente mutazione stafilococco aureus resistente alle penicillina (MRSA). C’è un aumento di foruncoli di stafilococco e ascessi, che richiedono incisioni per drenare l’infezione, causando cicatrici che possono essere significative. Non è affatto raro trovare pustole e altre infiammazioni dei follicoli piliferi su genitali rasati.

Inoltre, ho visto la cellulite (infezione batterica dei tessuti molli senza ascesso) dello scroto, delle labbra e del pene causata dalla diffusione di batteri da depilazione o dal contatto sessuale con la pelle di un partner con batteri quali streptococco o stafilococco .

Alcuni medici stanno inoltre scoprendo che le zone pubiche e genitali appena rasate sono anche più vulnerabili alle infezioni da herpes a causa delle ferite microscopiche ed essendo esposte al virus trasmesso da bocca o genitali. Ne consegue che ci potrebbe essere ulteriore vulnerabilità alla diffusione di altre malattie sessualmente trasmissibili (STI).

I peli pubici hanno un scopo, quello di proteggere come un cuscinetto contro l’attrito che può causare abrasioni e lesioni della pelle, ad evitare infezione provocata da batteri e altri agenti patogeni indesiderati. Sono il risultato visibile dei tanto attesi ormoni adolescenziali, certamente nulla di cui vergognarsi o essere imbarazzati!

E’ ora di dichiarare una tregua nella guerra contro i peli pubici e permettere loro di rimanere là dove appartengono. Incoraggiamo i nostri pazienti a lasciare “le cose come stanno“.

Il famoso artista di strada Bansky avrà probabilmente invitato a suo modo ad abbandonare la stessa battaglia, quando ha pensato alla trilogia apparsa a Londra, l’ultima delle quali è la foto iniziale di questo articolo. Ripresa in una delle discussioni scaturite dallo scritto della dott.ssa Gibson.

Posted in depilazione, generale, pube, salute | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: