Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 304,296 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

un culo per far presa contro le prese per culo

Posted by innocenso su 29/03/2010

In un quadro politico abbastanza desolante, quando il gioco si fa duro…i radicali puntano su personaggi di rilievo. Quest’anno candidato con ottimi propositi è il più famoso regista erotico italiano, Giuseppe Brass (meglio conosciuto come Tinto). Il suo manifesto lo spiega egli stesso con parole chiarissime, ben lontane dal presunto “partito dell’amore” di plastica di Silvio Berlusconi!

Dal blog di Tinto Brass post del 03/03/2010

Eros come deragliatore ideologico per smascherare gli eterni inganni con cui i corifei della dignita’ e dei nobili sentimenti ci hanno per troppo tempo e con troppi imbrogli presi per il culo.
Liberazione come rifiuto dell’ipocrisia dei politici di mestiere e del conformismo dei moralisti di destra e di sinistre, come affrancamento dalla protervia del Potere, dal perbenismo dei farisei, dai tabu’, dai complessi, dalle frustrazioni, come ribellione alla paura che spegne i sogni, e con i sogni si porta via la speranza.
Non mi scandalizzano certo i festini di Berlusconi, i trans di Marrazzo, i massaggi di Bertolaso, quanto l’ipocrisia di chi quelle cose le fa e poi nega di farle, le sa ma se la prende con le tresche sessuali piuttosto che con quelle affaristico-politiche di cui le prime sono solo la ciliegina sulla torta.
E’ questa arrogante doppiezza che rende la casta dei “potenti” insopportabilmente prepotente, e la confraternita dei moralisti neo-casti pateticamente bacchettona quando stigmatizza con furore iconoclastico-inquisitorio piu’ l’oscenita’ sessuale che quella tangentizia.
Percio’ ho messo il culo nei miei manifesti: a differenza delle facce – maschere ipocrite che sanno fingere e mentire – il culo non mente e non inganna, e’ lo specchio fedele della nostra anima, spavaldo vessillo di trasgressione, rabbia, insofferenza, la sua idea e’ Liberta’, la sua immagine Verita’, la sua essenza Onesta’.
Filosoficamente il culo e’ laico, e’ l’anticoncezionale per eccellenza, e in quanto assolutamente naturale in linea perfino con i precetti della Chiesa Cattolica. Psicologicamente e’ ottimista, toccare il culo porta bene, e’ sintesi iconica di fortuna e felicita’ insieme, gratificante panacea a tutti i mali e brutture del mondo. Esteticamente e’ un capolavoro, un perfetto significante, il “bello” per antonomasia, un piccolo frammento di universo capace di dare un senso al non-senso dell’esistenza.
Metaforicamente e’ un formidabile grimaldello semantico per scassinare la cassaforte arrugginita della nostra Cultura, che e’ vecchia, stantia, polverosa, muffita, accademica, elitaria, noiosa, triste, piagnona, quaresimale, punitiva, lugubre, cipigliosa, catastrofista, funeraria e lassativa. Politicamente e’ l’emblema CONTRO piu’ libertario-libertino che ci sia: contro la partitocrazia, le ingerenze del Vaticano, lo scippo di laicita’ e legalita’, le convenzioni, le convenienze e le connivenze, l’Ufficialita’ e il Politically Correct, l’affarismo e la corruzione, il bigottismo di chi getta il sasso – o il sesso – ma poi nasconde la mano.
All’insegna di “W IL SEDERE, ABBASSO IL POTERE” invito tutti coloro che non vanno piu’ a votare, i giovani, gli astensionisti, i delusi dalla politica, a scegliere nel segreto dell’urna l’eretico-erotico culoclasta-culolista

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: