Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 306,757 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

non possumus

Posted by innocenso su 18/01/2007

Leggendo la recente grave notizia di violenze sessuali a minori di 14 anni in una scuola in provincia di Roma, vi invito a pensare allo speculare atteggiamento tenuto da due capi struttura. Ricordate l’atteggiamento del preside di pordenone, che avevo giudicato vile in quanto ha tenuto conto più di pochi genitori esagitati che dei diritti di una propria valida collaboratrice nonchè dei suoi stessi alunni? Un esempio di ben diversa coscienza dei diritti individuali ci viene ora dalla dirigente di questa scuola laziale, Loredana Cascelli che, nonostante la gravità ben maggiore delle azioni ipotizzate a carico di alcuni insegnanti e bidello, (e che proprio stavolta avrebbero giustificato una maggiore severità nei riguardi di questi indegni dipendenti pubblici), ha saputo replicare alle immediate e vendicatrici richieste di genitori (cito dall’articolo di origine):


Dopo la prima ispezione, da Roma è stata suggerita alla preside una sospensione cautelativa delle interessate. La risposta è stata una lettera di solidarietà di tutto il personale docente alle insegnanti. “Io non intendo e non posso prendere provvedimenti fino se non ci saranno iniziative da parte della magistratura“, continua a proclamare imperterrita la dirigente scolastica. L’hanno quasi insultata in massa, i genitori. E 350 firme, ovvero la quasi totalità dei padri e delle madri degli alunni, sono state messe sotto una petizione che chiede l’allontanamento della preside, e la sospensione di tutto il personale della scuola.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: