Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 304,317 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

le trappole di internet

Posted by innocenso su 01/12/2006

“Consiglio di stare più attenti all’uso di Internet che non a quello che si dice al cellulare. Per essere intercettati al telefono bisogna finire in un’inchiesta. E’ molto facile che qualcuno ricostruisca il nostro orientamento politico, i nostri gusti sessuali o i nostri hobby andando a vedere quali sono i siti Internet che frequentiamo”

da un’intervista a Umberto Rapetto, comandante del Nucleo operativo frodi informatiche della GdF (i cui uomini hanno contribuito a passare ai raggi X le apparecchiature usate da Stefano Ricucci o Vittorio Emanuele di Savoia)
fonte il Venerdi di repubblica, 30/6/2006

Se solo si pensa che il 99% delle nostre navigazioni non hanno la criptazione tipica dei gsm (salvo le transazioni commerciali con carta di credito)…il giochino è presto fatto. E vi assicuro che ci sono ottime ragioni per non sentirsi al sicuro nemmeno qualora i vostri dati capitino nelle mani di coloro in cui dovremmo avere fiducia “a prescindere”, ossia forze di polizia o magistratura!

3 Risposte to “le trappole di internet”

  1. Anonymous said

    [url=http://www.peacedait.org/lastampa/redazione/cmssezioni/cultura/200611articoli/14753girata.html]http://www.lastampa.it/redazione/cms…4753girata.asp[/url]

    Prima Mastella che vuole censurare i videogiochi, ora Fioroni che vuole censurare Internet… mi sorgono due domande spontanee:

    QUESTO GOVERNO HA ISPIRAZIONE DITTATORIALE?
    MA COSA SI FUMANO A PALAZZO CHIGI?

    Ma ne stanno facendo di cappelle in questo periodo, vabbe` che la volonta` politica per farle ce l’hanno, pero` mi stanno deludendo tantissimo. Senza contare poi l’Indulto… Bah, io lo scorso giugno ho sperato che qualcosa potesse cambiare, ebbene si` che sta cambiando: IN PEGGIO!

  2. Anonymous said

    [url=http://www.peacedait.org/chan/musica/5451082/2006/12/11/11.htm]http://ilgiorno.quotidiano.net/chan/…2:/2006/12/11.htm[/url]

    Bella notizia.
    L’epurazione giornalistica l’ho sempre trovata qualcosa di disgustoso, indipendente dalla parte politica che la mettesse in atto.Biagi (tra gli esiliati, quello che mi mancava di piu`), Santoro e Luttazzi furono vittime di chi sappiamo gia`, la Guzzanti invece ad esempio fu fatta fuori anche con la complicita` dell’Annunziata, e implicitamente dei DS (Non a caso Viva Zapatero e` un attacco piu` che a Berlusconi, proprio alla sinistra italiana).Nel caso specifico di Biagi, dopo l’editto di Bulgaria, il giornalista racconto` di aver ricevuto notizia del suo licenziamento tramite raccomandata con ricevuta di ritorno…Una vergogna annunciata insomma.
    Almeno adesso potremo finalmente rivedere tra l’ignoranza defilippica o gilettiana un volto di un certo livello in tv.
    __________________
    “Omo-affettivamente” laicista.

  3. Anonymous said

    Annientare le “coscenze”,negare l’evidenza,la conferenza di Teheran a cosa serve? o a chi serve?
    http://www.repubblica.it/2006/12/sezioni/esteri/iran-olocausto/conferenza-antisemiti/conferenza-antisemiti.html

    Ciao a tutti

    Edit: come uleriore riflessione aggingo questo link
    http://www.valinkait.info/archivio/documenti/wannsee/index.htm

    __________________
    The loss of the identita’, of the own social function, e’ given also from the bulimia of information that slip to us I lean like vitriol. The conscience does not wash us modernizing us of the new one and removing the incrustations of the old one. They cover us of layers of feints news crushing, confused and, still worse, by now “normal”. This e’ ….. the habit.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: