Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 305,925 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

extrema ratio

Posted by innocenso su 28/11/2006

India, 26/10/06 – Una danza della pioggia in topless. E’ questo l’ultimo e disperato tentativo delle contadine indiane che, per mettere fine alla prolungata siccità, arano i loro campi a seno nudo, invocando l’arrivo delle piogge. Succede nel distretto di Dindori, nello stato centrale del Madhya Pradesh, dove i raccolti sono ormai compromessi. Le donne offrono la loro nudità agli dei sperando che dal cielo arrivi un aiuto.
”Non abbiamo nessuno che ci aiuti – racconta Tiahu Lal Bahelia, una delle donne del distretto – quest’anno le piogge non sono arrivate e i campi ne stanno risentendo. Non sappiamo cos’altro fare. Il Governo non ci ha aiutato in nessun modo ed è per questo che noi ora stiamo cercando di fare qualcosa da sole invocando la pioggia e l’aiuto degli dei. I nostri figli stanno morendo di fame”
Intanto mentre le donne arano e si prendono cura dei campi a seno nudo, gli uomini, per motivi di pudore, sono tenuti lontani fino al tramonto, quando le donne, finito il rituale di invocazione della pioggia, si coprono e tornano a casa.
fonte tgcom

E’ una situazione davvero drammatica, non sai se ridere o piangere (più sicuro la seconda), e mi son ricordato delle immagini di Marina Abramovic, esposte in Italia nei primi mesi di quest’anno.
Il Governo, d’altronde, non le aiuta: in pratica, niente “aiuti a pioggia” (come accade spesso in Italia).
Però, poveri uomini, anche per loro, tenuti lontano, la “siccità” si farà sentire…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: