Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 306,762 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

tra mona…rchia e res…pubica

Posted by innocenso su 08/07/2006

Emanuele Filiberto dopo l’arresto del padre Vittorio Emanuele in merito a vicende legate alla prostituzione: “Mi dà molta amarezza leggere brandelli di conversazioni telefoniche private della nostra famiglia sui giornali. Pezzi di frasi fuori da ogni contesto a cui può essere data ogni interpretazione. Non pensavo potesse essere una violazione così intima e sconvolgente”.

La società preme continuamente sull’individuo, cui rimangono soltanto pochi campi nei quali essere se stesso, libero dalle costrizioni e dallo sguardo altrui (Edward Long, senatore del Missouri, USA)

Vittorio Emanuele al GIP di Potenza: “Sono un sessomaniaco“. Sulla scia della bella notizia del post precedente, mi permetto un elogio alla saggezza amorosa della moglie Marina che l’ha accolto a braccia aperte. Chi si dice sicuro del perdono muliebre è don Luigi Abib Sid, il cappellano del Pantheon, suo confessore: «La principessa è una donna forte e anche dolce. È molto legata al marito. Quando c’è l’amore le miserie umane si perdonano». «Vittorio Emanuele —aggiunge—di fondo è un uomo buono. Religioso. Recita le preghiere mattino e sera».

E chi se non un monarca poteva dare significato all’idioma che da nome al proprio status reale? Vedi mona e archia (traducibile per estensione come “la vulva al comando” o simili)! Storie inventate? No, storie reali.

Il Vescovo di Ippona (Agostino) riuscì a produrre la prima grande sintesi del pensiero filosofico e teologico nella quale confluivano correnti del pensiero greco e latino. Anche in lui, la grande unità del sapere, che trovava il suo fondamento nel pensiero biblico, venne ad essere confermata e sostenuta dalla profondità del pensiero speculativo. La sintesi compiuta da sant’Agostino rimarrà per secoli come la forma più alta della speculazione filosofica e teologica che l’Occidente abbia conosciuto. Forte della sua storia personale e aiutato da una mirabile santità di vita, egli fu anche in grado di introdurre nelle sue opere molteplici dati che, facendo riferimento all’esperienza, preludevano a futuri sviluppi di alcune correnti filosofiche.

(dall’enciclica fides et ratio di Giovanni Paolo II, par. 40)

Lo stesso vescovo disse: “Togli le meretrici dalle cose umane e getterai tutto nel caos delle libidini”

Appunto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: