Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 304,296 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

brandelli di verità tra streap e slip

Posted by innocenso su 08/07/2006

Ricordate la notizia che Mohammed Atta abbia visitato uno strip-tease bar prima di schiantarsi con un aereo contro le Torri Gemelle?
E perchè non pensare che di regola fanatici di ogni specie (fino ai terroristi assassini) se la prendano pubblicamente con “l’Occidente moralmente corrotto” ma ne custodiscano gelosamente le sessuali “incontinenze”?

10/6/06 HIBHIB (Iraq) da la RepubblicaBiancheria intima femminile sexy e una camicia da notte leopardata. Sono alcuni tra gli indumenti ritrovati dai militari statunitensi tra le macerie del covo di Abu Mussab Al Zarqawi in Iraq, polverizzato tre giorni fa con un bombardamento. A 72 ore dall’attacco, questa mattina l’esercito americano ha portato i fotografi tra i resti dell’edificio distrutto. Secondo le prime ricostruzioni, Zarqawi si nascondeva nel covo (isolato e circondato da un fitto palmeto) con alcuni collaboratori, tra i quali, secondo una fonte irachena, anche due donne, oltre a una ragazzina di otto anni. Tra i reperti, poi, un volantino con l’indicazione di una stazione radio di Latifiya (a sud di Baghdad), come un possibile obiettivo. Pochi metri più in là, una fotografia ritagliata da una rivista dell’ex presidente statunitense Franklin D. Roosevelt. Accanto a una lastra di cemento, c’erano poi una veste da notte leopardata e altri succinti vestiti da donna.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: