Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 305,565 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

scoprirsi (vulnerabili)

Posted by innocenso su 06/07/2006

Le donne contro la legge anti-porno: «Porta alla sharìa»

31/5/06 – La legge anti pornografia? Non s’ha da fare. Le femministe indonesiane scendono in piazza. Alzano la voce. E accerchiano il Parlamento di Giakarta: «Non toccate la nostra libertà». In un Paese ancora sconvolto dal recente terremoto che ha provocato migliaia di vittime, si alza il tono dello scontro politico. Da una parte, le organizzazioni islamiche (minoritarie) che intendono far passare a breve un provvedimento con pesanti sanzioni e pene detentive per chi violerà la «pubblica morale». Dall’altro, le organizzazioni delle donne, i partiti progressisti (e laici) e i sindacati che si oppongono alla misura «liberticida». Che succede in Indonesia? Perché le femministe si scagliano contro una legge che, nelle intenzioni, dovrebbe limitare la pornografia, considerata anche in Occidente «nemica del sesso debole»? «La pornografia non è che una scusa — ha spiegato alla Bbc Gaddis Arrivia, una docente dell’Università dell’Indonesia e direttrice di una rivista femminista —. In realtà le nuove norme limiterebbero grandemente i già esigui spazi di libertà delle donne. E aprirebbero la strada all’introduzione nel Paese della sharìa (la legge coranica, ndr)».
«La legge non viene rispettata — tuona Yoyoh Yusroh, una deputata del Partito della giustizia e della prosperità, che appoggia il nuovo provvedimento —. In televisione, alle due del pomeriggio, i bambini possono osservare artisti che cantano canzoni sulle relazioni sessuali».
«Sono una mamma, sostengo pienamente gli sforzi del governo di introdurre una legge anti pornografia», le fa eco una dimostrante pro-islamici. Certo è che il provvedimento non si riferisce tanto alla pornografia «da banco» —
ad aprile proteste di piazza ottennero che la neonata rivista Playboy Indonesia fosse ritirata dal mercato — quanto a ciò che viene considerato «sensuale» agli occhi di un musulmano. Dunque, sono solo le donne protagoniste (in negativo) degli articoli in discussione sin dal 2002. Se diventassero legge, per esempio, sarebbe reato (punibile con la galera fino a 18 anni e multe salatissime) per una donna andare in giro con le braccia e le spalle scoperte, l’ombelico in vista. Vietato anche scambiarsi baci sulla bocca, in pubblico, con il proprio fidanzato o marito. E guai a «ballare in maniera provocante», come fa tuttora la ballerina Inul, diventata celebre nel Paese per la sua danza chiamata Drilling («trivellare»).

fonte: corriere della sera

Dopo la protesta di aprile altre proteste in nome della libertà e del buon senso. Avanti tutta.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: