Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 304,176 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

sbalordaggini mondiali

Posted by innocenso su 06/07/2006

Niente Mondiali per gli abitanti di Mogadiscio

12/6/06 – Non è passata nemmeno una settimana da quando hanno conquistato Mogadiscio che i Tribunali islamici hanno imposto agli abitanti della capitale somala il divieto di seguire i Mondiali di calcio in tv. Ma la decisione, resa pubblica ieri da un portavoce degli islamisti somali ha provocato il malcontento di alcuni fan di calcio. Questo al punto tale che alcuni di loro si sono azzardati a manifestare la loro protesta in strada. Bilancio: due morti secondo fonti locali dell’Afp. Insomma, se la polemica si presta alla più classica delle derisioni, bisogna prendere atto che questi tribunali islamici, su cui ombreggia ancora un alone di mistero (rotto in questi ultimi giorni dall’unico corrispondente occidentale presente a Mogadiscio, l’eccellente inviato di Le Monde Jean-Philippe Rémy), fanno dannatamente sul serio. Basta riportare le parole del loro vice-presidente, Abdulkadir Ali Omar, pronto a giustificare il divieto di calcio-tv con un sonoro: “Non permetteremo di mostrare la Coppa del mondo perché corrompe i bambini ai quali ci sforziamo di insegnare la via islamica alla vita”. Questo divieto si iscrive nel quadro di “una guerra contro tutte le persone che proiettano film che si fanno promotori della pornografia, del traffico di droghe e di ogni forma dell’inferno”. Dalle parole ai fatti basta un passo. Ed ecco i nostri tribunali islamici tagliare l’elettricità e evacuare tre sale cinematografiche che ristrasmettevano le prime partite dei Mondiali. Alcuni abitanti della città, sorpresi davanti ai loro televisori, sono stati minacciati. Ieri, miliziani pattugliavano i quartieri di Sukahola e di Huriwa, nel nord di Mogadiscio, per assicurarsi che il divieto fosse rispetatto dai residenti.
fonte vita.it

In foto la probabile immagine presente nelle capoccie dei giudici somali…che sia tutta invidia?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: