Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 306,757 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

procure che non si curano…

Posted by innocenso su 26/06/2006

Arrivano all’alba con un mandato di sequestro che non ammette repliche e se ne vanno portando con sé tutto ciò che è ritenuto utile. Ma con quali procedure? E quali garanzie?
L’intervista di Punto Informatico (23/5/2006) a Gerardo Costabile, esperto di sicurezza. Presente anche il link ai video de “Le Iene” “siamo tutti pedofili”.

Raccapriccianti (per il focus di questo blog) le risposte e il modo di porsi dinanzi agli intervistatori del colonnello intervistato e del PM che condussero inizialmente le indagini. Non rimane che da augurare ai sospettati di qualunque latitudine e in qualunque periodo di essere perquisiti da forze dell’ordine, indagati da un PM e poi giudicati da un giudice che condivida le sagge parole di un grande giurista:

“Giudico con sofferta umiltà e giudico con rispetto, con pietà, con amore, giudico come vorrei essere giudicato. Così cerco l’innocenza piuttosto che la colpa, cerco la colpa più piccola e l’innocenza più grande e temp che dietro l’innocenza vi sia la colpa e spero che dietro la colpa vi sia l’innocenza”.

Niccolò Amato (PM nell’attentato al Papa, brigate rosse, caso Moro, poi tornato all’avvocatura)

In relazione al giustizialismo sulla lotta alla corruzione nella classe politica degli anni 90, nella prefazione ad un suo libro (processo alla giustizia, marsilio 1994) si legge, a penna di Tiziana Maiolo:

Un grido di allarme ci voleva. Se tutto questo vuol dire cercare il cavillo, bene, viva il cavillo. E’ l’unico segnale possibile per recuperare un minimo di civilità giuridica”.

Mutatis mutandis…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: