Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 305,132 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

sensabilità

Posted by innocenso su 24/06/2006

nel riportare questa ennesima notizia di censori stavolta di origine governativa, il sito nientemeno che della scuola forense di capitanata, inserisce come immagine rappresentativa quella che vedete (la riporto per non perderne la memoria) insieme ad un efficace link “clicca qui per ingrandire“, condita da un titolo in neretto in cui leggiamo, in segno di formale accordo con l’iniziativa (ma anche di contraddittoria passività, nonostante nonostante si tratti di giuristi!):

(In neretto): 19/05/2006 – 07:05 “L’Australia ancora una volta dimostra la grande sensibilita’ per la tutela dei navigatori locali contro contenuti potenzialmente dannosi per gli utenti piu’ sensibili”.

E continua: CANBERRA (AUSTRALIA). I sei milioni di navigatori australiani avranno la possibilita’ di utilizzare un software che filtra i contenuti pornografici. Il Ministro delle Comunicazioni Helen Coonan sta preparando il lancio di un nuovo servizio per una navigazione sicura, che consenta a tutti di usare il Web senza incappare in siti che possano turbare la serenita’ degli utenti, soprattutto dei piu’ giovani. Il servizio sara’ realizzato da una Agenzia per la sicurezza dei navigatori (la NetAlert), che si occupa proprio della salvaguardia degli utenti Internet del Paese. Il software non e’ ancora disponibile, perche’ il Governo vuole offrire un sistema di assistenza a 360 gradi, stringendo accordi con software house che vogliano aderire al progetto. [Redazione]

Certo, nel riportare la notizia hanno sicuramente avuto una grande sensABILITA’. Un pò come quella del governo australiano, che ha speso ben 82 milioni di euro (vedi qui) per regalare gratis questo software!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: