Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 305,576 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

xxx – salvaguardata la confusione

Posted by innocenso su 22/05/2006

Dopo sei anni di battaglie, vincono i detrattori del suffisso per i siti hard: l’Icann ha deciso che non si farà

11 maggio 2006 – Dopo sei anni di battaglie la guerra del porno su Internet è finita: il «quartiere a luci rosse» del Villaggio Globale non si farà. Lo ha deciso l’Icann, l’associazione che assegna gli indirizzi Internet. La proposta avanzata nel 2000 dalla Icm, compagnia che si era candidata come coordinatrice della concessione del dominio, è stata bocciata ieri con 9 voti contro e 5 a favore. L’idea era quella di rendere più facilmente accessibile o evitabile la pornografia in Rete, favorendo così la salvaguardia dei navigatori più giovani: identificando chiaramente con le tre «x» le pagine con contenuti vietati a un pubblico minorenne, la tutela dei più piccoli risulterebbe applicabile in modo più semplice. (…) NO PER MOTIVI ETICI – Tra i nemici del suffisso, i gruppi religiosi e le organizzazione per i valori familiari che hanno bocciato l’idea la tripla «x» perché avrebbe facilitato l’accesso dei minorenni al materiale pornografico.

Quando si tratta di pornografia, le X sono solo segno di divieto ed infatti nemmeno coloro che perseguono il fantomatico “bene dei giovani” hanno una soluzione univoca su cui accordarsi, segno dell’errore in cui si cade facendo la gara a chi “difende” meglio la gioventù : se è un sito con espliciti richiami lo si taccerà di spavalderia e magari lo si farà porre sotto sequestro, se è occulto si dirà che ha qualcosa da nascondere o che inganna i “giovani navigatori” non presentando direttamente…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: