Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 305,925 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

porto franco? porta chi vuoi ma non lui!

Posted by innocenso su 21/05/2006

Facendo propria la richiesta del presidente della Commissione per l’assetto radiotelevisivo, organo tecnico e consultivo del ministero delle Comunicazioni, per esporre un’analisi comparativa su contenuti e meccanismi di protezione dei minorenni messi in opera dagli operatori del settore, Adalberto Baldoni, vorrebbe definire un set di regole certe e chiare per garantire la tutela dei minori in riferimento alla distribuzione di contenuti per adulti.
A tal proposito 3 Italia ha chiesto l’immediata audizione, nella convinzione che le procedure e le modalità di erogazione dei contenuti per adulti distribuiti da terzi attraverso le sue piattaforme siano tra quelle che meglio garantiscono l’obiettivo della tutela dei minori.

“Ancora una volta – ha commentato Baldoni – il Ministero delle Comunicazioni deve affrontare il problema della tutela dei minori che non viene mai presa in considerazione da coloro che perano nei settori più avanzati della tecnologia. E’ necessario che la vigilanza e il controllo di ciò che avviene su Internet, sui canali satellitari, ritenuti, a torto, un autentico ‘porto franco’, e ora sui telefonini, siano, pertanto, esercitati con la dovuta attenzione anche dagli organismi preposti e dalla magistratura con la dovuta attenzione”.

fonte Key4Biz

“Ma la maggiore età, a quanti anni si raggiunge? I documenti dicono a diciotto anni. La realtà, lo sapete, è un’altra. Come profumano di polvere quelle scritte VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 sulle locandine dei film. Bisogna tornare indietro perlomeno fino agli anni Ottanta per dare un valore a quel così severo e cupo. Oggi, con il nuovo senso della vita, la maggiore età è scesa a quindici, forse quattordici anni.”

dal capitolo “quando si diventa maggiorenni?” di Paolo Mosca, IL NUOVO SENSO DELLA VITA, Sperling 2003

Pensavate all’ultima frontiera della tecnologia coniugata con la libertà di diffusione di contenuti personali? Macchè, un colosso come la 3 ha addirittura bloccato “cautelativamente” il nuovo servizio di condivisione via rete UMTS (simile ad un tradizionale P2P). Potere della politica, staremo a vedere.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: