Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 305,925 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

anni di piombo e leggi sparate

Posted by innocenso su 20/04/2006

Negli Stati Uniti si propone la trasformazione del “Patriot Act” da legge temporanea a permanente. In Gran Bretagna niente commissione d’inchiesta ma la richiesta di una maggiore libertà d’azione per chi indaga contro i terroristi. In Italia si propone di reintrodurre misure simili a quelle degli Anni di Piombo (…) al di là del dibattito sul merito, quello che colpisce è il metodo: sfruttare il fatto di Londra per ottenere consenso su decisioni che in altri momenti potrebbero apparire impopolari.
Anche i fatti più duri e inequivocabili valgono poco: molto di più vale la loro interpretazione. Nel caso della strage di Londra, più dei morti e del dolore, vale l’interpretazione. I governi hanno deciso di imporre un’interpretazione drastica: quei fatti servono a far passare idee e leggi che altrimenti non passerebbero. Sfugge a tutti la contraddizione: le misure più dure dovrebbero, casomai, essere introdotte prima dei fatti e non dopo, visto che da tempo si sa che viviamo una lotta senza quartiere con il terrorismo. Ma la contraddizione non ha spazio nelle interpretazioni “cotte e mangiate” che servono alla politica del presente.

tratto da Luca De Biase, “Il terrorismo e la voglia di ‘leggi speciali'”, La Stampa, 19/07/2005 (dal suo blog
)

«La consapevolezza di essere in guerra, e quindi in pericolo, fa sì che la concentrazione di tutto il potere nelle mani di una piccola casta sembri l’unica e inevitabile condizione per poter sopravvivere». E ancora: «Non importa che la guerra sia combattuta per davvero e, poiché una vittoria definitiva è impossibile, non importa nemmeno se la guerra vada bene o male; serve solo che uno stato di belligeranza persista».

tratto dal libro “1984” di George Orwell (che portai agli esami di maturità!) in uomo libero

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: