Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 305,925 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

impariamo a non avere paura

Posted by innocenso su 18/11/2005

PARIGI 17/11/2005 – I due bambini che accusavano di pedofilia il prete operaio Dominique Wiel nell’affare di pedofilia di Outreau hanno confessato davanti alla Corte d’assise d’appello di Parigi di avere mentito. Sono così crollate le accuse mosse contro il prete, che per la parola di quei bambini si era fatto 30 mesi di carcere preventivo e che era stato condannato in primo grado, nel luglio 2004, dalla Corte d’assise di Saint Omer, a sette anni di prigione.
Assieme al religioso vennero condannate altre nove persone: sei, fra le quali Wiel – che si sono sempre dichiarate innocenti – avevano fatto ricorso. Le accuse contro l’abbè Wiel mosse dalla madre di uno dei bambini iniziavano a vacillare per mancanza di prove poiché “totalmente incompatibili” con le visite mediche.
La donna, interrogata dai giudici, ha allora confessato: il figlio le aveva detto che in realtà il prete non gli aveva fatto nulla e che davanti alla polizia il ragazzino aveva sostenuto il contrario solo perché “aveva paura”.

fonte ticinonline

Gli uomini di norma non sono così malvagi tra loro se non quando cominciano ad avere paura gli uni degli altri. (Henry de Lubac)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: