Sex Libertatis

diritti doveri e libertà sessuali

  • CONTATTO

    sexlibertatis@tiscali.it
  • Categorie

  • Archivio

  • Sottoscrivi

  • Commenti recenti

  • Scopi del blog

    Un contributo al dibattito e alla difesa delle libertà sessuali, in alternativa alle controproducenti censure. Per interrogarsi sulle diverse forme del fondamentalismo. "Sex libertatis" come variazione sul tema "lex libertatis", una famosa definizione latina dell'amore. Il sito non ha intenti diffamatori nè incita a violare le leggi vigenti.
  • Diritti d’autore

    I diritti di tutte le immagini (quando vi sia riconoscibilita' certa) e gli altri contenuti (testi) qui riprodotti o semplicemente collegati appartengono ai rispettivi titolari che possono chiederne, a semplice richiesta, la rettifica o la cancellazione.
  • Copyrights

    Sexlibertatis claims no credit for any images featured on this site. All visual content is copyright of the owners. If you demonstrate rights to any of the images, and do not wish them to appear (also) on this blog, please contact Sexlibertatis via e-mail and they will be rectified or removed.
  • Statistiche

    • 306,757 Visite dal 12/11/2007
  • Amministrazione

radici erotiche del fondamentalismo

Posted by innocenso su 12/11/2005

Questo scritto è parte di un articolo del sempre pungente prof. Luigi De Marchi
ripreso da La Padania, 27/7/2005

La perizia psichiatrica disposta dal pm milanese Elio Ramondini sul primo pentito italiano di al Qaeda, Rihad Jelassi, ha fornito in questi giorni prove impressionanti sulle motivazioni sessuali dei terroristi. Ecco alcune delle stupefacenti confessioni rese da Jelassi al criminologo Nico Zanovello incaricato della perizia.“Per mesi, a volte per anni – ha raccontato Jelassi – gli imam, che anche nelle moschee italiane preparano i ragazzi alla guerra santa contro i nemici di Allah (cioè noi tutti, sia detto per inciso) spiegano con dovizia di particolari come sono e che cosa fanno le famose 72 Vergini-Urì che, in Paradiso, bramose e bramate attendono il kamikaze . Le 72 vergini – assicurano gli imam – sono bellezze tipicamenrte arabe, d’altezza variabile da 1,65 a 1,70, che pesano dai 70 agli 85 chili (conforme, vorrei aggiungere per inciso, alle preferenze mediorientali per la donna bene in carne), hanno i seni opulenti e sodi, il naso piccolo, la bocca piccola, grandi occhi neri, capelli lunghi e nerissimi, il culo sodo e formoso e indossano abiti arabi eleganti“: E per di più sono donne molto sensuali cosicchè, “dinanzi alla fulgida bellezza di cui risplende il martire in Paradiso, alcune di loro svengono per il desiderio“:Il martire in Paradiso può godersi tutto quel ben di Dio senza alcuna fretta. La giornata, infatti, in Paradiso dura settantamila anni. “Tu quindi – dicono gli imam al futuro kamikaze – hai tutto il tempo che vuoi per accoppiarti. Passi dieci anni con una, cento coll’altra e così via“. E identiche confessioni sono state rese alla magistratura tedesca dal collaboratore di giustizia giordano Shadi Abdallà.Patetiche (e indicative dei segreti desideri dei futuri martiri e dei loro maestri) sono le confidenze degli imam circa le inclinazioni erotiche delle 72 vergini: “In Paradiso – assicurano gli imam – le vergini godono molto dei piaceri del sesso, dicono parole oscene durante il coito per accrescere il godimento del maschio e lassù ti stanno già aspettando. E appena ti sarai fatto esplodere, la prima cosa che vedrai saranno le Vergini bellissime. Due di loro accorreranno a consolarti e ti riempiranno di baci“. E Jelassi continua: “In Paradiso – ci dicevano gli imam – non ci sono lacrime e i corpi non puzzano. Perfino la cacca è profumata. E noi giovani, che non avevamo mai fatto l’amore con una donna, impazzivamo di voglia quando ci parlavano così e ci addormentavamo impugnando il cazzo e aspettando l’incontro con le 72 Urì“.Per parte mia, già nel 2002 avevo segnalato l’ovvia componente sessuale del terrorismo islamico, emersa chiaramente quando la polizia francese aveva scoperto che Hassan Jandoubi, il terrorista islamico che s’era fatto esplodere coll’intero stabilimento chimico AZT di Tolosa uccidendo 29 operai e ferendo o intossicando 2500 cittadini di Tolosa, prima del suo martirio aveva indossato la bellezza di cinque paia di mutande, una sopra l’altra. Non era una bizzarria personale: indossando quel complicato abbigliamento intimo Hassan aveva eseguito una precisa prescrizione del Manuale del Martire (cioè del terrorista) Islamico, distribuito a centinaia di copie tra i candidati al martirio nel nome di Allah. Quel rituale tragicomico, che aveva lo scopo preciso di portare i genitali di Hassan sani, salvi e puri tra le mani e tra le gambe delle 72 vergini incaricate di deliziarlo in Paradiso, rivelava già chiaramente, ai miei occhi di psicologo, la forte motivazione sessuale dei terroristi. Oggi le confessioni di Jelassi e Abdallà vengono a confermare pienamente quelle mie segnalazioni. Ma vediamo quali sono i meccanismi psicologici sottesi alla catechizzazione di questi pericolosissimi idioti che sognano e preparano la loro morte e la nostra.Anzitutto, il massiccio immutandamento e i sogni erotici del martire-terrorista ci ricordano subito le analisi di Wilhelm Reich, il geniale ed eretico allievo di Freud che introdussi in Italia nei primi anni ’60. Secondo Reich, come ogni altro impulso naturale anche quello sessuale si aggressivizza quando viene represso e produce una personalità sado-masochista sul piano sessuale e autoritario-gregarista sul piano sociale e politico. Reich applicò quest’analisi al nazifascismo nella sua famosa opera “Psicologia di massa del fascismo“, pubblicata a Vienna nel 1934. Io a mia volta, con le mie opere degli anni ’60-70 (da “Sesso e civiltà” a “Repressione sessuale e oppressione sociale” a “Psicopolitica“)* dimostrai come quell’analisi fosse applicabile non solo al fascismo ma anche al comunismo e non solo al fanatismo politico ma anche a quello religioso.

*libri non più in commercio, se li volete in fotocopia, su permesso dell’autore, posso fornirveli

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: